sabato 30 ottobre 2010

E' arrivata !!!

Per tutti coloro che emigrano in Canada o in Quebec (notare la vena sovranista) l'inverno costituisce un vero incubo a partire dalla seance presso il BIQ a Parigi dove ti viene spiegato l'inverno del Quebec. Poi ci sono le fotografie, i filmati su you tube, le parole di amici, parenti, serpenti, fino alla fatidica domanda che ti viene posta da chiunque al tuo arrivo in Canada: "Ma tu ci sei già stato in inverno? No? Eh , allora ...". Come dire:" Se riesci a resistere fino all'inverno sei un dilettante, se passi il primo inverno sei un allievo principiante, ma forse non rientri subito. Poi dal secondo inverno comincerai a soffrire le pene dell'inferno e se non cadi in depressione a novembre diventi un alcoolista a marzo perchè l'inverno non finisce più." Mia moglie ci crede, anzi ne è certa.
Io temo in cuor mio e mi diverto nell'ascoltare tanti eroici esploratori.
Stasera, però, è arrivata la prima neve dell'anno! Alle 20.00 la neve ha cominciato ad attaccare ai balconi, ai prati, ai tetti fino in città. Noi abbiamo aperto la bocca e l'abbiamo mangiata dopo un meraviglioso pasto di mezzés comprate da Adonis, il supermercato libanese di Rue Sauve (www.adonisproducts.com). Buona notte a tutti.

11 commenti:

  1. Francesco (sostituisce solennemente e temporaneamente il più leggero Fransuà). Capisco che per voi 4 non è una semplice nevicata, ma un turbinio di emozioni belle e non, diretta conseguenza dello status di emigranti in una terra che quelli che ci hanno visto partire sono convinti essere sempre gelida. Sento che questa neve era per voi saporita e calda, come quella di Simona 2 anni fa e come quella dei miei figli tra qualche settimana (?). Auguri Francesco, a te e alle tue 3 principesse Biancaneve. Qua sarà pure una merda, come dice qualcuno, ma il bunga bunga non sanno cosa sia e io sono felice

    RispondiElimina
  2. www.vieniviaconme.rai.it
    ciao alessandro, buonanotte e grazie. dovremmo fare due torte per domani, ma adesso, dopo "che tempo che fa", andiamo a dormire.
    Lache pas la patate.

    RispondiElimina
  3. Eccomi caro Franci..sono sempre io,Giorgia..come vedi il tuo blog e' diventato per me una droga: non posso piu' farne a meno!!:-)...Leggendo le tue parole riguardo la neve,immagino cosa si possa provare visto che da noi a Latina,non nevica mai ed io personalmente in 35 anni non ne ho mai vista se non in cartolina....
    ASPETTATEMI Fra & Luci!!non vedo l'ora di condividere personalmente con Voi le mie impressioni riguardo questo Paese tanto distante dal Nostro per cultura,mentalita',tradizioni,clima, meridiani/paralleli,eppure tanto affascinante al punto che sogno anch'io ,come avete fatto Voi, di ricevere notizie dall'Ambasciata per un trasferimento al piu' presto !!!un forte abbraccio a te e alle tue care donnine!!
    P.S: ci sentiamo su skype!!!!

    RispondiElimina
  4. Che bella la prima neve e che nostalgia dopo appena una settimana dal rientro! mi sarebbe piaciuto restare un'altra settimana per vederla...qui a Napoli fa un caldo! è troppo, è esagerato, del resto come ogni cosa qui: la bellezza della città (talmente straordinaria che ogni volta che ci ritorno dopo tanto tempo mi colpisce al cuore), la quantità smisurata della gente che ci abita, il traffico, il rumore e la confusione per strada e la nostra immancabile spazzatura....e a me manca la calma serena, la quite pulita e ordinata del nostro quartiere di Montréal!
    un bacio grande a voi quattro, ad uno ad uno! :)
    Vanessa

    RispondiElimina
  5. Notte di Halloween. Ma è divertenssimo! E' vero ci saranno mille motivi per lamentarsi (consumismo, povertà nel Mondo, polizia, quartieri ghetto,inquinamento), questo non è il paradiso, etc etc, ma io ci sto molto bene e la notte di Halloween è bellissima. Ciao a tutti e attenzione: les bons bons sont terminé. Ciao Giorgia, ciao Vanessa vi pensiamo e ci mancate tanto, soprattutto Vanessa e sappiamo a chi !

    RispondiElimina
  6. «Doveva essere un po’ più furbo, quella telefonata poteva farla fare ad un altro», per esempio «chiamava me, chiamava Maroni... È meglio non farla quella scelta lì», presisa il Senatur.
    "I veri scandali - ha sottolineato il ministro, leader della Lega - sono quelli che si sono trovati di fronte quelli che hanno fatto il concorso per diventare notai e si sono trovati davanti quelli di Roma e quelli del Sud che avevano già il tema in mano." Fra i partecipanti al concorso c'era anche il figlio del ministro della Difesa. "Il tema del concorso era molto simile a quello di un'esercitazione effettuata nei giorni scorsi presso una scuola notarile romana ". Non capisco chi ha barato: Silvio, i candidati notai, Ruby, il collegio del concorso, i giornali, la polizia, il medico del leader della Lega... forse Mubarak o forse il sindaco di Missisagua ?!?

    RispondiElimina
  7. Mi piace come e quello che scrivi

    RispondiElimina
  8. Deve essere il sindaco di Aurora, nota ballerina di Bunga Bunga. Oggi un mio collega del Ministero dell'Ambiente mi chiedeva come mai a Napoli l'immondizia è ovunque.
    Ma da 1 a 10, quanto è bello trovarsi dall'altro lato dell'Oceano?

    RispondiElimina
  9. Guarda... considera che in casa la discussione verte sull'offerta culturale e su altre banalità da pseudo radical snob... Direi 10 !

    RispondiElimina
  10. Ma senti caVo, andiamo all'Espace Go, oppuVe optiamo peV le Theatre de la Ville. Mamma mia, tVoppe cose da faVe (da leggere con la voce di Raffaella Pavone Lanzetti, e non dire che non sai chi sia perche' non ci credo!). Tu apri il sito di Repubblica con la sadica curiosita'/certezza che qualcosa di allucinante ed inimagginabile sia successo anche oggi?

    RispondiElimina
  11. Tvoppo vadical, addivittuva apvo anche il covvieve e li confvonto con la pvesse e le devoiv. Che zoticoni qui in quebec! Pensa che dicono anche "mevci" per vingvaziavti. Banalotti. Oh, ieri sera hanno fatto un furto alla vicina di casa, mica si scherza. Portafoglio svuotato in raid notturno. La mia obiezione al suo sconcerto e`che potrebbe di tanto in tanto chiudere la porte di casa, almeno la notte e non lasciarle spalancate per giorni interi. Pero`mi hanno detto che sono un malfidente. Io pero`chiudo la cantina con il vino. Si sa mai....

    RispondiElimina