lunedì 9 gennaio 2012

All'aria aperta

Domenica abbbiamo fatto un altro passo nel processo di integrazione alla vita canadese.
La prima uscita con lo Sciclub!
Partiamo dall'estate, quando alcuni amici ci hanno fatto partecipare alle attività di uno Sciclub che offriva corsi per tutti i livelli, stage, sconti vari grazie all'iscrizione al gruppo e al pagamento del servizio.
L'associazione allo Sciclub é costata 65$ per tutta la famiglia. Grazie all'iscrizione abbiamo diritto allo sconto per gli impianti di risalita in 8 aree sciistiche intorno a Montreal, una serie di convenzioni di vario genere e la possibilità di iscriverci ai corsi (5 lezioni da 2 ore con maestro e gruppo massimo di 8 allievi) al costo di 40$ a corso. I partecipanti al corso debuttanti adulti erano 2 con 1 maestro e per i debuttanti junior erano 3 con una maestra.
L'attrezzatura é stata noleggiata al celebre negozio "La poubelle du ski" (letteralmente "la pattumiera dello sci"). Sci, bastoncini, casco e scarponi per un anno (settembre-settembre) 110$ per i bambini, 150$ per gli adulti.
Costo per l'impianto di risalita: 20$ per il giornaliero.
Autostrada: gratuita.
Distanza dal centro di Montreal: 1 ora.
Distanza degli impianti dall'uscita dell'autostrada: 3 minuti.
Parcheggio custodito, all'aperto presso l'impianto: gratuito.
Numero di seggiovie in partenza dalla base: 6
Toilette, acqua, the e caffé caldi al rifugio di partenza: gratuiti.
É vero, non parliamo di Dolomiti, né di Monte Bianco, non attraversi le valli incantate della Val Gardena, non trovi fiumi di speck e cime di strudel,  spolverate di zucchero a velo. Non assisti alla sfilata Pitti neve, non partecipi alla competizione "Attacchi in argento e sciarpetta in pelliccia di castoro selvaggio", non mangi tartare glassata alla rucola di monte, spruzzata di Chardonney cristallizzato in crema di pistacchi Bio nello chalet di Courmayeur o del Grosté, ma siamo partiti da casa alle 08.30 e siamo rientrati alle 15.30, senza fatica, senza code, senza spendere un occhio della testa, felici, con 4 ore di sci.
Il Canada é anche questo, ma anche in Canada i corsi debuttanti per i bambini piccoli vengono dati alle maestre più giovani!





52 commenti:

  1. Che dire ,
    se ti danno anche un amaro di erbe mi iscrivo anche io .
    Quello che mi ha incuriosito é la tua ultima frase "i corsi debuttanti per i bambini piccoli vengono dati alle maestre più giovani!"

    Adesso sono convinto !

    P.S. cosa era successo al Blog ? Era entrato un Hacker ?

    Noi siamo rientrati la settimana scorsa ed é stato bello trovare la neve e le temperature che spaziano dalla polare mattina al piacevole pomeriggio !

    RispondiElimina
  2. Però , mi ero perso i commenti del tuo critico d'arte nell'ultimo post .

    Vruuummm !!!

    RispondiElimina
  3. Cortesemente, potresti aggiungere basilico e/o bufala ai pomodori? senza che ti incazzi pero'. Ti confesso che le maledizioni di Gianguido mi hanno fatto ridere quasi quanto quelle di Alex Drastico al ladro di motorini. Questi commenti sono tra le cose che mi fanno essere felice di aver scelto il canada come casa e te come amico: cosa mi sarei perso! Esilarante.
    Come Davide, anche io avevo incontrato difficolta' a commentare,neanche ti avessi chiesto di cambiare l'impaginatura del tuo blog.
    Vi ho invidiati leggendo il post, per tanti motivi: le fibbie d'argento, lo sciampagn, le maestre di sci, il caffe gratis, la capacita' di sciare, la montagna vicino. Poi ho ricordato che sono io quello che vive nella parte bella e produttiva del canada e che i Canadien riescono a vincere solo con i Jets; e mi sono sentito di nuovo bene. Stanno passando 2 anni, e ancora non vi ho visti. Vergogna, ma buon anno, a te e alle princesses.
    Gianalessandro

    RispondiElimina
  4. Grandissimo Gianguido!,
    Infatti il nostro bene amato blogger ha riportato la presentazione all'origine!!!
    A me piaceva moltissimo la presentazione stile memory. Forse. Gianguido Ama lo stile più sobrio di altri blog.
    Manca comunque una voce fuori dal coro... Torna gianguido!!!!

    RispondiElimina
  5. Vedi che ho ragione io, stronzo! Tante palle per poi cambiare. Continua a fare il poeta e tieni il culo al fresco che al resto ci pensiamo noi. Il tuo nemico Gianguido.
    Ps mettici pure l'origano.... Casso che gusto ! Terribile ma almeno il blog non sembra una vetrina dell'oviesse

    RispondiElimina
  6. @Gianguido

    minchia dietro una tastiera siamo tutti grandi vero ?

    Fammi capire, Monti non ti ha levato il sonno e vieni a rompere le palle qui ?

    Stai tranquillo che di maleducati non ne abbiamo bisogno , grazie .

    Giandavide

    RispondiElimina
  7. Ma vaffanculo gianguido. Se aspetto te mi cresce il muschio sulla schiena. Prendi un bel tappo di sughero, attaccaci un filo di nylon, infilalo nell'ano e suonaci una bella ouverture di violino. Il tuo buon gusto è un fastidio. Stammi lontano.

    RispondiElimina
  8. Uhè è arrivato il conte mascetti con i suoi compagni di merende! Tutti a suonarvi la serenata, ma quanto siamo bravi, ma quanto stiamo bene, ma come siamo intelligenti e patapimpatapam.
    Forza un po' di esercizio! La vita è sangue e merda, ci si deve sporcare, altro che guanti bianchi. Muovete il culo e fuori dalla capanna dello zio tom. Scrivete qualcosa di vero e interessante. Siamo stufi di un blog che sembra il pranzo è servito con antonellafrancesco clerici. Dai impegnatevi, culi molli.
    Gianguido, la vostra nemesi

    RispondiElimina
  9. fanciulli ma quanta foga!!! cosa c'era nel panettone al posto dei canditi???
    nell'invitarvi ad abbassare i toni, ricordo che da altri blog si veniva mandati al confino per frasi molto meno polemiche ed aggressive di quelle che ho appena letto. un pó di stile ecchecazzo!!!!!
    gianguido, amore mio, affacciati alla finestra dell'Ontario e vedi che aria tira.
    ciò detto, devo comunque spezzare una lancia in favore della nostra new entry non foss'altro perché porta un po di verve, provocazione, ci sprona (secondo me giustamente) a note più critiche, analitiche, insomma un pó di chirurgia a questo stramaledetto canadá!!! la suddetta lancia é relativa ad una prima pura nota estetica. voglia gentilmente il blogger spiegarci cosa c'azzecca il pomodoro con il gennaio canadese. a me per altro la precedente veste con le figurine che giravano piaceva moltissimo. magari il gianguido é uno classico di quelli con il veston grigio e la cravatta blé!!!!
    approfitto di queste poche righe per chiedere a davide che impressioni ha portato dall'italia. come l'hai trovata? di cosa hai parlato con amici e parenti? che impressione ti ha fatto la stampa e i telegiornali italiani? secondo l'aria é cambiata?
    stesse domande le farei a ale che so aver avuto dolci visite, cosa ti hanno raccontato?
    insomma torniamo a fare un pó sul serio ... vi siete tutti già imborghesiti e impantofolati anche in canada?
    notare l'anche
    con affetto
    lucia
    p.s. richiamo all'appello: gianni (fagocitato dalla padania???) laura, simo 2, giulio
    amici venite tutti ... é arrivato gianguido
    ...ma che aspettate a batterci le mani, a metter le bandiere sul balcone, sono arrivati i re dei ciarlatani....

    RispondiElimina
  10. @Lucia
    scusa Lucia , ma se gli ospiti ed i toni devono essere questi non ho molto piacere a partecipare .
    Se volevo stare in mezzo ai cafoni rimanevo in Italia .

    Saluti Davide.

    RispondiElimina
  11. @Davide
    Sono sicura che io, anche se sono ancora in Italia (spero per poco), sono esclusa dalla categoria "cafoni"......Scherzo!

    @Francesco
    In effetti anche a me non piaceva tanto l'impaginazione nuova, ma mai mi sarei permessa tutti quegli improperi, anzi, all'inizio pensavo scherzasse!

    @Lucia/@Francesco: Ad aprile/maggio veniamo in Canada a sondare il terreno, volevo chiedervi se avete dei B&B da consigliarmi.
    Lucia come procede il sito internet? e soprattutto qual'è l'indirizzo?

    @Alessandro: Ciaooooo! Sempre a rimancare che lavori nel Canada produttivo.... :-) Guarda che anche in Quebec si lavora!

    Oggi ho comprato la tuta da sci al nostro piccolo....peccato che non ci sia neve.....me ne potete spedire un po'?

    Nadia

    RispondiElimina
  12. @ Lucia, l'aria è un po' cambiata da quando c'è Monti al governo, hanno perfino tolto Minzolini dal tg1 :D Però da quando si è cominciato a parlare di lotta all'evasione fiscale tutti si sono indignati, la Lega ha detto che così si mettono le mani nella tasche degli italiani etc etc. Che altro? Qui a Milano fa abbastanza caldo, mi sa che non vedremo la neve quest'anno, e dato che durante la giornata si arriva anche ai 10° quest'estate si morirà di caldo.
    Tornando al Canada, ma è finito il Rick Mercer Report? Me lo guardavo sempre su youtube, dato che non hanno messo il geoblock come a Battle of the Blades :(
    Questo è tutto, torno a studiare dato che ho l'ultimo esame martedì prossimo...

    RispondiElimina
  13. @a tutti.
    Scrivo a nome mio e di Gianguido che é un amico e che ha giocato con me, ma alla fine mi ha imposto un intervento chiarificatore.
    Vi assicuro che io non risponderei mai così a un lettore e che limiterei con maggiore educazione un lettore tanto aggressivo. Gianguido mi aveva espresso i suoi dubbi in modo molto educato e amichevole e io l'ho spinto a litigare con me per inaugurare l'anno con i botti. Ci scusiamo con tutti se abbiamo esagerato, lo abbiamo fatto apposta, anzi pensavamo che l'eccesso evidenziasse il falso. "Maledeto Francesco e i Zorzi Vila", come dicevano i Peruzzi.
    PS però vi siete divertiti!!! Qualche scossettina ve l'ha dato questo dialogo!

    RispondiElimina
  14. Ciao Lucia, ho seguito il blog in questi giorni ma la mia testa era concentrata su altro. Dopo 7 anni, nei giorni scorsi ho lasciato la società che con passione ho contribuito a sviluppare. Esercitata l'opzione di vendita delle azioni e cessato ogni rapporto contrattuale, quindi niente missione a Montreal a inizio febbraio e niente più Croazia (probabilmente solo un'ultima comparsata a zagabria a inizio febbraio). Ora avrò più tempo per preparare il terreno per lo sbarco in Quebec, anche se questo benedetto CSQ continua a farsi attendere e comincio ad avere la sindrome da boite à lettre. Dopo Natale, siamo stati a Bardonecchia e Caroline ha fatto il suo primo ciclo di lezioni di sci. Per un montanaro come me, grande emozione e felicità.
    Molto sommessamente, preferisco la versione tradizionale del blog, al netto della pummarola. Ma io sono nato con la cravatta ble...
    Un bacio a tutti

    RispondiElimina
  15. Certo che se tratti cosi gli amici...non oso pensare a come tratti i nemici :-)

    Comunque almeno hai risolto il problema dell'invio dei commenti , prima mi chiedeva di connettermi all'account 2 volte , adesso solo una .

    Ciao a tutti !

    RispondiElimina
  16. Aggiornamento serale. Oggi pomeriggio è arrivata via email la convocazione per l'intervista a Parigi, per il 13 marzo. Ottima data, proprio in quei giorni saremmo dovuti essere a Montreal per il compleanno delle due nipotine e da lì avremmo proseguito per Haiti. Ovviamente la data non è concordabile. Non vi dico la gioia di Dominique...

    RispondiElimina
  17. Come ho trovato l’Italia ? Uguale a come l’avevo lasciata , ed é proprio questo che mi rattrista .
    I primi giorni , smaltito fuso orario e parenti fusi , abbiamo iniziato a fare qualche giro in città per vedere se e cosa fosse veramente cambiato . La prima cosa che ho notato è un nuovo ed enorme centro commerciale che a breve aprirà ; con questo fanno 3 nel giro di 15 Km … e poi dicono che c’è crisi . Ed in effetti la crisi c’è , perché per uno che aprirà , gli altri 2 licenziano personale e chiudono negozi , in città la gente si domanda che senso abbia costruire quando soldi da spendere non ce ne sono .
    Ho parlato con diversi amici e sono diverse le aziende che hanno chiuso o che hanno ridotto sensibilmente l’organico … per assurdo ( ma neanche tanto ) sta meglio il piccolo artigiano ( meglio se lavoro da solo ) rispetto alla media impresa . La parola d’ordine è ridimensionamento , oltre al fatto che con la tracciabilità dei soldi , con il tetto max di 1000 euro settimanali , oltre al quale scatta la segnalazione , si sta cercando di combattere il nero . Qui si potrebbe aprire una parentesi enorme ma non so fino a che punto in Canada possa interessare . Trovare lavoro è veramente e seriamente un problema i negozi vanno avanti con 1 o massimo 2 persone , i costi sono troppo elevati e non ci sono certezze .
    Ho visto i prezzi per i cenoni dell’ultimo dell’anno e per natale . Si parte da 40/50 Euro a Natale sino ad arrivare a 120 Euro per capodanno . I ristoranti sono ormai tutti cari , pizzerie , farinate , ristoranti … anche se sono convinto che con la scusa della crisi ci marcino parecchio sopra . Per fare un esempio estremo … mio fratello si è sposato a Luglio , il costo del pranzo di ogni persona era uguale a quello che abbiamo pagato noi a natale a testa , con la differenza che al matrimonio hanno mangiato di più ed il vino non si contava già agli antipasti . Morale , quando vuoi ci stai anche a prezzi più bassi senza dare la colpa alla crisi .

    RispondiElimina
  18. Mi sono accorto andando a confrontare i prezzi dei negozi che in alcuni casi non è cambiato un granché , mentre in altri la differenza si sente . Non sento altro che dire che tutto è caro e che tutto è aumentato , che il cibo è a prezzi assurdi … per non parlare della benzina .
    In realtà le mie impressioni sono … il caffè al bar l’ho pagato ancora 90 centesimi come 18 mesi fa , il pane e soprattutto la focaccia non hanno subito aumenti rilevanti , quello che invece incide e se compri il pane in un panificio dove un panino pesa 150 gr. e la focaccia o la pizza è già pesante come impasto … qualcuno ci gioca su questo ! La pasta costa la metà che in Canada , la farina pure , i formaggi costano la metà , il vino e la birra non sono un lusso ( mannaggia SAQ )
    La gazzetta dello sport costa 1,20 euro , non mi sembra un aumento esagerato dai 1,1 che la pagavo . I marchi mondiali hanno lo stesso prezzo che qui in Canada soprattutto non ho notato grosse differenze nel settore elettronico ( ricordiamoci che qui il prezzo non è mai finale ma si aggiungono le tasse ) Volevo andare a vedere la Juventus , restavano da acquistare solo biglietti a 70 Euro . Qui per andare a vedere Le Circle de Soleil al Pepsi chiedevano 150 dollari adulto e 50 bambino più tax … fate voi
    Abbigliamento … per tutti i gusti e portafoglio , parcheggi auto a pagamento 1 euro all’ora contro parecchi posti qui dove paghi 2 $ trenta minuti .

    RispondiElimina
  19. Detta così sembrerebbe che va tutto bene , invece non va niente bene . La gente è rassegnata , sopporta tutte le violenze che il governo attua e non potendo prendere per il collo nessuno è sempre incazzata . Quando esci di casa sei incazzato , vai a lavorare e sei incazzato , vai a fare la spesa ed esci incazzato , torni a casa e sei sempre incazzato…eh che cazzo!!!
    Per principio potrebbero morire tutti che a te non te ne fregherebbe nulla , potrebbero morire tutti albanesi , marocchini , rumeni , terroni , cinesi , tutti basta che tu stai bene e che hai i soldi . Questa è la mentalità che ho trovato 8 persone su 10 . Non che rima fosse tutto rose e fiori , ma perché si è arrivati li , vogliamo dare la colpa tutta allo stato , al governo , al made in cina ?
    Mia nipote ha passato il Natale a Napoli , eppure li non sono tutti incazzati … hanno altri problemi ma il sorriso l’hanno sempre .
    Non ci sarà nulla per il quale avere il sorriso direte voi . Forse , ma se siamo sempre incazzati !
    L’Italia va male , ma non è sotterrata , gli italiani hanno le capacità per rialzarsi come lo hanno sempre fatto , abbiamo costruito tutto il mondo e non siamo capaci di ricostruire il nostro ? Non ci credo !

    RispondiElimina
  20. Ma tra il Cirque du Soleil e una partitella di calcio c'è una bella differenza!! Io a Toronto sono andata a vedere il Cirque a 60 dollari (tasse incluse), prendendo il biglietto il giorno prima con lo sconto del 40% dato che era lo spettacolo del pomeriggio. Il Cirque era a dieci minuti di bici da casa mia, mentre quando era venuta anni fa a Milano il biglietto costava molto di più, e l'arena dove si svolgeva lo spettacolo (e dove di solito fanno tutti i concerti/manifestazioni) è a un'ora e mezza da casa mia. E la metro a Milano chiude alle 0.30. A proposito, qui hanno appena istituito una linea di bus notturni e a sentire l'ATM sembra la scoperta del secolo -.-
    Comunque direi che la cosa che è aumentata di più nell'ultimo anno è la benzina, adesso è a 1.60/1.70 se non sbaglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Laura
      dici bene , tra le circle de solei e la Juventus c'é un abisso sia per me che per mio figlio...e sono uno che una volta all'anno allo stadio !
      E ovvio che non si possano paragonare le due cose :-)

      Sulla benzina ormai siamo al furto giornaliero , quello che nella mia excittà non ho visto é l'uso dei mezzi pubblici come invece avviene in Canada . L'abbonamento alla corriera é di gran lunga inferiore al costo della benzina , ma siamo ( e mi ci metto anche io ) troppo abituati bene ad andare in macchina . Certo non sarà così in tutte le città , soprattutto dove c'é la metro si utilizzerà la metro .

      Elimina
  21. Amici, avevo gia' scritto un lungo commento dedicato a Dario Fo, ai ricordi della prima televisione, alla vergogna del caro-formaggi in Ontario (produttivissimo) e dei prossimi tagli che fara' il primo ministro ontariota ai servizii sanitari e sociali. Poi vengo a sapere del voto della camera sulla richiesta di arresto di Cosentino. Ora, non e' per volere guardare a tutti i costi a quella penisoladimmerda e fare continuamente confronti con la feccia che mi sono lasciato alle spalle.
    E' che il tutto e' correllato e una domanda mi sorge spontanea: preferisco pagare il formaggio piu' caro (nonostante la consideri un enooooorme ingiustizia), spalare la neve (sempre meno che in Quebec), avere il mare piu lontano di un milanese o votare per i radicali che poi votano contro l'arresto di un camorrista? E ringrazio il cielo di non aver mai avuto la possibilita di votare per la lega. Che poi, mi correggo: fino a prova contraria, ogni inquisito e' innocente. Ma perche' io andrei in carcere preventivo e un deputato o senatore no?
    Io, cari amici, non tornero' mai nella penisoladimmerda e ancormeno nell'isoladimmerda. Sono posti insalubri, malsani, pericolosi e fetenti. Preferisco pagare 20 dollari una fetta di parmigiano che 50 centesimi di euro un caffe'.
    Non voglio offendere nessuno, ne' ci sono riferimenti a precedenti commenti. Dovevo esternare questo pensiero: in ufficio non mi capirebbero (altre nazionalita' di origine) e gli amici che stanno in italia mi hanno gia mandato affanculo quando ho e-mailato loro dopo Milanese. Siete il mio sfogo.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  22. Perdincibacco !!!!! quanta carne!!!!!
    Comincio da Francesco: non ho capito niente del Gianguido??? era virtuale??? E' amico di combine???? Quindi non lo vediamo più???? serve una voce fuori dal coro che mi spalleggi siete tutti troooooooooppo partigiani. Faccio un appello Urbi et Orbi qualcuno con cui polemizzare sul canada, sull'Italia e sul tirare fuori un po di magagne.
    in ogni caso per favore togli il pomodoro… mi fa acido.

    Giulio: direi che con la fine del 2011 non ti sei fatto mancare nulla, hai chiuso con il botto! A Bardonecchia abbiamo dei carissimi amici e ricordi dolcissimi delle primissime lezioni di sci di Agata a tre anni non compiuti, praticamente un batuffolo sugli sci.
    La sindrome da boite à lettre e' assolutamente normale, noi l'abbiamo avuta per 1 anno e mezzo ma leggo che hai avuto notizie. Bellissimo un passo molto emozionante occasione per fare una romantica fuga primaverile a Parigi da soli senza bambini per far capitolare Dominique … come io ho capitolato. In ogni caso qualsiasi decisione prenderete sparatevi un bellissimo fine settimana lungo da innamorati, consiglio banale ma ritengo degno di riflessione. Magari la festa di compleanno si può posticipare e festeggiare doppio insieme all'esito del CSQ????

    Davidino: anche io ho fatto due settimane in Italia. In una realtà forse un pó più di plastica della tua. Trovo la liguria molto più concreta, ruvida e sincera di alcune patinate città emiliane.
    Concordo peró in gran parte con le tue parole: ho trovato amici, parenti, conoscenti spaventati, ripiegati su se stessi nel tentativo di salvaguardare le loro condizioni di vita, costantemente preoccupati e ansiosi per il continuo martellamento di notizie economiche e politiche. I giornali e la stampa in effetti mettono paura, sono continue le analisi, le proiezioni più o meno catastrofiche di economi e politici, alternate a soap opera e cartoni animati. Tutti si lamentano del costo della vita e dei continui e futuri aumenti di tasse e riduzioni di servizi per adesso più temuti che applicati ma temo arriveranno.
    Io ho trovato prezzi alti, soprattutto per quel che riguarda le possibilità di spostarsi o fare attività in famiglia e l'abbigliamento.

    RispondiElimina
  23. Ohhhh, allora qualcun'altro usa la lingua madre, non solo quella testa di culo dell'autore del blog. Penisoladimerda, isoladimerda, legadimerda... Come se lo sterco, il nutrimento delle campagne, il grasso liquame che nutriva i nostri campi (prima dei rifiuti tossici e dei prodotti chimici ad alto effetto cancerogeno) e donava forza e vigore al grano, alle bietole e al fieno, fosse qualcosa di negativo. La merda, e qui mi apro alla figura classica dell'elogio, dimostrando educazione e anni di studio, era chiara, coerente, dignitosa, tutto il contrario della società peninsulare, a nord come a sud. Anche la povera consorte dell'autore, che d'ora in poi chiamerò Gabriele, come il Vate d'Italia, orgoglio di Fiume e dell'Istria, cloaca della poesia e della letteratura, dicevo la povera Lucia deve assumere la consapevolezza che ahimé il Rinascimento é l'ultimo dono fatto dall'Italia al Mondo e, badate bene, purtroppo, non potremmo dire Italia, poiché neppure allora esisteva.
    Gianguido il bello

    RispondiElimina
  24. Alessandro, ma hai il lago a Toronto, è un po' come il mare!! Senza le meduse però :D
    Non hai ancora trovato un posto dove il formaggio abbia prezzi decenti? Io compensavo mangiando quintali di salmone, e devo dire che anche le verdure mi sembravano molto più fresche di quelle che abbiamo qui

    RispondiElimina
  25. o ho trovato prezzi alti, soprattutto per quel che riguarda le possibilità di spostarsi o fare attività in famiglia e l'abbigliamento.
    I prezzi degli alimentari sinceramente li trovo del tutto paragonabili a quelli che trovo a Montreal, noi compriamo per lo più le stesse cose che compravamo in Italia, spesso delle medesime marche e costano a volte lo stesso, a volte qualcosa di più (nell'ordine di qualche dollaro) a volte se ci sono offerte di meno. Ci riforniamo é vero in due o tre supermercati diversi a volte andando anche a pescare rivenditori dai quali si riforniscono i ristoranti ma che vendono anche al dettaglio ma devo dire che i prezzi sono gli stessi dell'Italia, qualcosa in più per i formaggi e a volte qualcosa in più per la pasta.
    In italia ho comunque anche io trovato grande agitazione, paura, nervosismo e aggressività.
    Anche io ho fatto il mio primissimo corso di sci a Mont Blanc di fianco a Mont Tremblant. Bellissimo il mio maestro Richard montanaro di grandissima esperienza rude e maschio come un maestro di sci deve essere, é fantastico. Mi sono divertita moltissimo e domenica (anche se si prevede - 23!!!) si ritorna per scendere la prima vera pista. Le lezioni sia per me che per le due fanciulle sono state magnifiche anche la più scontrosa e diffidente é stata conquista e ha sciato per due ore con il sorriso sulle labbra.
    Il posto sembra concepito per le famiglie, perché tutti si divertano in sicurezza, calma e tranquillità. Di sicuro non c'é la scenografia delle dolomiti o del monte bianco ma nulla da invidiare ai nostri appennini. i prezzi sono abbordabili sia per le risalite che per i maestri che per i corsi. ovviamente appena rientrata a casa ho confrontato con i prezzi di risalite, corsi e maestri di pisolo, ortisei e appennino emiliano. tutti più bassi prezzi canadesi fatta eccezione per la località di Mont Tremblant si mormora presa d'assalto da danarosi ontarioti (arricchitisi con chissà quali loschi traffici!!!!) disposti a spendere 125 dollari per un'ora di corso privato di sci. che gli ontarioti siano avvelenati da funghi tossici parassiti dei tre formaggi prodotti in ontario?
    Comunque bellissimo sciare qui divertente rilassante e bello i famiglia. poi vi dico com'é a - 23… se torno….

    RispondiElimina
  26. adesso non vi sto più dietro
    in ogni caso togli sto cazzo di pomodoro!!!

    RispondiElimina
  27. pinolo sta per pinzolo

    forse ci riesco...

    e'colpa del pomodoro

    mi distrae

    RispondiElimina
  28. ale, hai ragione. la storia di cosentino é sconcertante.
    peró pato resta al milan!!!! non ti rende felice???
    ma come mai nemmeno queste medicine riescono a curare la mia malattia?

    RispondiElimina
  29. qui sta nevicando da bestia ed é bellissimo!!!!!

    RispondiElimina
  30. Leggendo i commenti vedo che c'è un pò di confusione soprattutto nel linguaggio non sempre oxfordiano. Un francese direbbe :"Les italiens, oh les italiens...."

    RispondiElimina
  31. Altro che we lungo da innamorati! Noi andremo a Parigi con i bambini e poi troveremo il modo di prestarli a qualcuno per la mezzora del colloquio. In verità Dominique è talmente astiosa verso la burocrazia quebecchese che vuole assolutamente portare Gabrielino all'intervista e contemplarlo mentre disfa il BIQ.
    Veniamo a fine febbraio per il compleanno delle nipotine, magari portiamo a sciare insieme le bambine. Preparatevi, il piemontese è molto più montanaro dei maestri abituati a sciare sul quel pandoro congelato che è mont tremblant!

    RispondiElimina
  32. @Francesco

    scusa carissimo...senza che mi mandi affanculo o mi stiri anche a me se mi trovi per strada , avrei una domanda tecnica . Tralasciando il fatto che amavo lo sfondo con i pomodori , vorrei sapere : se rispondo ad un commento ( come ho fatto sopra ) questo rimane allegato al commento originale ? Quindi chi legge il blog deve andare indietro a vedere se qualcuno eventualmente ha commentato il suo post ?
    Ovviamente lungi da me essere un problema , é solo per sapere .
    Grazie .

    RispondiElimina
  33. @Alessandro
    sono perfettamente d'accordo con te !!!
    Proprio ieri ne parlavo con mia moglie in macchina , senza dirle nulla lei mi esce con queste considerazioni :" per mesi non vedevo l'ora di tornare in Italia per apprezzare cose che ritenevo mancarmi ed invece mi sono accorta che una volta li non mi interessavano come speravo . Ormai viviamo qui , senza mai dimenticare l'Italia che é e sarà sempre il mio paese di origine " : " andare a mangiare una pizza , piuttosto che la farinata , andare nei supermercati o nei negozi , andare al mercato , passeggiare per la città ( fare 2 vasche in centro sotto i portici come si diceva da giovani ) non ho il desiderio che speravo di avere , speravo di ricaricare le pile della fierezza italiana . Invece mi ritrovo a farlo qui a Qc dove vivo e mi sento bene "
    Ovviamente ho condiviso tutto quello che mi ha detto , bene o male la scelta é stata fatta , é stato arduo arrivare qui e qui vogliamo crescere i ns figli .

    RispondiElimina
  34. @Davide: hai ragione il problema dei commenti é un po' questo. Credo che con un altro programma di blog wordpress si possa gestire meglio, ma non ho la dimestichezza per emigrare un'altra volta!

    RispondiElimina
  35. blogger... ti é venuto il morbillo?
    uno sfondo degno per cortesia.
    bello era quello con i cubi, a seguire quello con il palkét (indimenticabile il commento di ale "finalmente abbiamo visto cosa c'era sotto i cubi!") poi mi sembra di ricordare un david poi non so più. di sicuro siamo in carenza di stile.
    ti sei quebecchizzato?

    RispondiElimina
  36. gianni ciao! bentornato.
    ma a parte sgridarci, raccontaci le tue vacanze, raccontaci un po' dell'italia, di cosentino, della consulta, della lega ...é un pezzo che manchi!!!

    RispondiElimina
  37. Lucia, sei tra le "cose" piu' belle che ho trovato in Canada: quella del morbillo e' favolosa. Le tue figlie devono scialarsi con gli scambi di ironico sarcasmo (o sarcastica ironia) tra i genitori che sicuramente riempiono casa.
    L'inverno e' arrivato anche al sud dell'Ontario, in ritardo, dato che appunto siamo nel mezzogiorno del Canada. Ieri abbiamo comoinciato con le piogge gelate e oggi stranevica; i miei andranno a trovare mia sorella a Quebec e poi torneranno tra di noi, giusto per rifarsi gli occhi e la bocca con l'Ontario e poi tornare nell'isoladimmerda.
    La neve deve avere congelato i miei colleghi, dato che sono arrivato per primo in ufficio. Essendo la prima volta, non ho avuto molta dimestichezza con l'allarme che ha cominciato a suonare; come gli opossum rallentano le loro funzioni vitali di fronte al pericolo, fino a fingersi morti, la sirena ha rallentato le mie capacita' cerebrali, instupidendomi ed impedendomi di digitare correttamente il codice. Nel cellulare aziendale ho riceuto le e-mails che i capi, allarmati, hanno inviato a tutti i colleghi, chiedendo chi fosse il pirlun di turno. Ho deciso che passero' la giornata chiuso in gabinetto e uscire per ultimo. per fortuna ho con me il computer. DEvo solo ricordarmi ogni tanto di tirare l'acqua e far finta di essere un altro

    RispondiElimina
  38. Carissimo ami de plume, in effetti le ragazze partecipano spesso agli scambi ironici ma anche a quelli più pepati riportandoci spesso (troppo spesso ahimè) alla ragione con frasi del tipo "ragazzi non si litiga!!! fate la pace dai!!!" insomma si piange e si ride... sangue e mmerda direbbe il nostro blogger (chiedo venia a gianni per l'uso di linguaggio volgare)
    Sono super orgogliosissima di te!!!!! arrivare per primo e far scattare l'allarme!!!! geniale!!!! solo un italiano intelligente avrebbe potuto farlo. guarda che gli opossum sono loro mica noi. a volte devo scuotere i miei amici canadesi (per altro adorabili) per vedere se sono vivi o morti. io mi diverto moltissimo ad esasperare in loro presenze tutte quelle bellissime italiche caratteristiche che ci rendono famosi e amati nel mondo. parlo a voce altissima, rido fragorosamente, per strada corro come una matta con le mie figlie, mi diverto a far vergognare mio marito che si guarda intorno con fare indispettito tutto preoccupato che un pubblico ufficiale canadese ci possa riprendere.
    insomma ti sarai di sicuro fatto amare da tutti i tuoi colleghi che ti apprezzeranno per essere fonte di inaspettati colpi di genio. del resto se l'allarme non si testa così si può davvero essere sicuri che funzioni in caso di bisogno?
    temo che i tuoi genitori ameranno moltissimo quebec, città bellissima e molto affascinante con tante cose belle da vedere. ma perché non una puntatina a montreal in visita ai cugini acquisiti? il posto c'é!!!
    a prestissimo fanciullo
    laura: anche io sono per il cirque du soleil. a davide voglio bene ma la giuventus.....

    RispondiElimina
  39. A parte il fatto che darmi del virtuale potrebbe provocare una cascata di insulti, pratica nella quale eccello (scrivo eccello con la e), il termine "sangue e merda" non é del blogger, ma mio. A Gianni che sembra uscito dalla canonica di padre cionfoli, dico che a Oxford così come in canonica magari non usano un linguaggio triviale come il mio, ma utilizzano comunque la zona anale con diletto e senza tante menate.
    Coerenza lettori e sporcatevi le mani, cazzo. La Juventus, Davide: una manica di drogati, rincoglioniti e prezzolati, come tutti gli "atleti" professionisti e i dilettanti segaioli che si perano per vincere un kilo di mortadella.
    Ale, sei un gigante, qualunque altro italiano avrebbe comunque approfittato dell'occasione per dire che non era stato lui e che gli avevano rubato il rolex che aveva in ufficio.
    Io parto per la Cina fra un mese e poi vi racconto da là, minchioni. W la figa.
    il Conte Gianguido

    RispondiElimina
  40. @Gianguido alla prossima ti cancello, davvero. Non é che la sostanza non sia corretta, ma viene quasi da sperare che tu parta prima. Fai bravo, please.

    RispondiElimina
  41. @Gianguido
    Se già mi stavi un "poco" sulle palle prima figurati adesso che con le tue generalizzazioni del cazzo riesci a scrivere una marea di cazzate in così poche parole .
    Come dice il grande Cetto La Qualunque `` io non ti sputo perchè ti profumo , non ti piscio perchè ti lavo.. non ti cago perchè t'inciprio ``
    Dai va vai a mangiare qualche involtino primavera e guarda bene nel biscottino della felicità cosa ti prospetta il futuro .
    Con grandissimo affetto Davide .

    RispondiElimina
  42. Per sollevare lo spirito, e per evitare di ricevere gli insulti di Gianguido che probabilmente ricorre a un certo linguaggio xché probabilmente represso e che utilizza il blog per esternare la sua vera natura, propongo un gioco: indovinare la fisionomia dei "bloggisti" attraverso il nome e il modo in cui si esprimono; inizio io: Lucia la immagino bionda, con il nasino a punta, magra e snella, con un bel sorriso e le gambe lunghe: Gianguido moro e un pò pelato,con gli occhi sbarrati, il viso paonazzo, sempre incazzato con gli altri e mai con se stesso, di carattere finto-gioviale. A voi, se vi va, il continuare il gioco. Saluti da Cremona

    RispondiElimina
  43. secondo me giangiudo ce l'ha piccolo

    RispondiElimina
  44. Aridaglie...guarda che continui a darmi il La mi viene voglia di iniziare anche a me :-)

    RispondiElimina
  45. Gianni, Davide e Alessandro tempestati di acne che li ricopre interamente e gli impedisce di parlare e scrivere ma non tanto da impedirgli di sparare enormi cazzate nei momenti di riflessione.
    Scherzo amici, vi abbraccio tutti e vorrei passare le vacanze con voi.
    Alessandro tra l'altro potresti approfittarne per verificare di persona...
    Il vostro amico gianguido

    RispondiElimina
  46. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  47. Gianguido, mi viene difficile raggiungerti in Cina; mandero' un emissario/a. Magari Fransua' accetta l'invito e poi mi riferisce.
    Chiusa la parentesi gay.
    I miei genitori sono a Montreal e hanno osato dirmi che e' bellissima; ho dovuto sottolineare che con la neve non si vede l'immondizia e tutte le quebeccate che vengono coperte dalla coltre bianca, comprese le macchine dei minipiselluti.
    Nella parte bella del Canada oggi ci siamo gelati tutti i gioiellini. Urge bagno caldo. Vado a sollazzarmi

    RispondiElimina